1° workshop con i bimbi della scuola Rodari

Un piccolo resoconto del nostro primo laboratorio creativo con i bambini della Scuola dell’Infanzia G. Rodari nel quartiere Vanchiglia a Torino.

Il laboratorio sui temi della qualità dell’aria, della città fatta per i bambini e sulla mobilità sostenibile si è svolto il 4-5-6 dicembre e ha avuto lo scopo di creare coi bambini dei poster da affiggere in città per informare meglio e chiedere agli adulti di essere più responsabili verso i più piccoli e il loro benessere. Il laboratorio ha coninvolto i bambini di 5 anni di 3 sezioni della scuola materna Rodari e le loro maestre.

04.12.2017 – CHE COS’E L’ARIA – CHE ARIA RESPIRIAMO?

Il primo giorno del Laboratorio abbiamo introdotto il tema dell’aria ai bambini con la filastrocca ARIA CI SEI…

1.workshop-1.giorno-cheARIArespiro-scuola-Rodari - 1

Vari esercizi di respirazione e di sperimentazione con oggetti quali palloncini, bolle di sapone, girandole, sacchetti di carta da gonfiare e poi scoppiare, fischietti, pluriball film e giostre mosse dall’aria prodotta dal calore delle candele hanno aiutato i bambini a dare un’immagine all’aria trasparente che ci circonda, che copre tutti gli spazi vuoti intorno a noi. Ma l’aria non è sempre trasparente e pulita: attraverso due immagini della città di Torino vista dall’alto i bambini non hanno fatto a meno di notare un cielo pulito e terso con sullo sfondo le montagne innevate nella prima; un cielo grigio, accompagnato da una fitta striscia di polveri nell’altra e in questa seconda foto non si vedeva nulla sullo sfondo.

 

Suggestionati dalle immagini hanno iniziato a domandarsi cosa sporca l’aria e come la si può pulire; dopo una discussione approfondita, i bambini, divisi in due gruppi, hanno disegnato chi l’aria pulita chi quella sporca di smog, aggiungendo commenti quali: “lo smog è quella cosa che esce dalle macchine e puzza”, “ha un odore di benzina”, oppure: “la pioggia spazza via tutto lo smog”.

1-workshop-1-giorno-cheariarespiro-scuola-rodari-122.jpg

 

This slideshow requires JavaScript.

L’aria pulita e l’aria sporca:

 

This slideshow requires JavaScript.

05.12.2017 – SE FOSSI IO A FARE LA CITTÀ

Con la filastrocca UNA CITTA’ PERFETTA, il team ‘cheARIArespiro‘ nel secondo giorno del Laboratorio ha introdotto il tema della città, composta da elementi naturali e artificiali.

1.workshop-2.giorno-cheARIArespiro-scuola-Rodari - 3

Distesi sul pavimento, i bambini sono entrati nel “mondo città” attraverso l’ascolto di un audio che ne ha riprodotto i rumori.

Bambini, diteci cosa sentite!

Un camion”, “un aereo”, un campanello della bici”, un clacson”, “le campane di un campanile”, “un treno, “gli uccellini”, dei passi sui sassi”, “un’ambulanza”, “i pompieri”!

Poi è iniziato un gioco il cui scopo era quello di sviluppare la capacità del bambino di osservare il mondo che ci circonda, imparare a distinguere gli elementi naturali da quelli artificiali, domandarsi se anche in città ci sono elementi naturali e se si può giocare in città: “io gioco nel parco, ma non c’è uno scivolo e se c’è la neve facciamo le palle”… “mia mamma non ci lascia giocare sulla strada perché ci sono le macchine! È pericoloso”.

 

IIl gioco è continuato con la domanda: “Ma se foste voi a costruire la città, come la vorreste?”

Uno striscione lunghissimo con il disegno della città di Torino in bianco e nero era lì sul pavimento in attesa di ospitare le suggestioni dei bambini dopo la conversazione effettuata tutti insieme seduti per terra. I bambini hanno arricchito lo skyline iniziando a
dipingere da un lato com’ è sporca oggi la città reale e dall’altro estremo del foglio come sarebbe pulita e bella la città dei loro sogni.

 

This slideshow requires JavaScript.

1.workshop-2.giorno-cheARIArespiro-scuola-Rodari - 28

Ne è uscito un affresco bellissimo e molto suggestivo. La città pulita e la città sporca:

Cheariarespiro-città-sporca-città-pulita

06.12.207 – OGGI POTETE DIVENTARE I NOSTRI POSTERHEROES!

L’ultimo giorno del Laboratorio è iniziato con i bambini che, seduti sul pavimento e indossando delle mascherine anti-smog, hanno ascoltato la canzone LA TARTRARUGA SPRINT, un elogio della lentezza e della vita in armonia con la natura.

1-workshop-3-giorno-cheariarespiro-scuola-rodari-24.jpg

È stato poi fatto un piccolo sondaggio per capire come i bambini sono arrivati quella mattina a scuola (8 in auto, 7 a piedi, 1 in bici ed 1 in bus) e si è ragionato su quali sono i mezzi di trasporto che inquinano di più e sui comportamenti quotidiani che possiamo adottare per risolvere i problemi che riguardano la nostra città. Dopo aver racontato dal concorso Posterheroes dell’associazione torinese PLUG abbiamo mostrato alcuni poster e spiegato come sono strutturati.  È stato loro annunciato che quella mattina sarebbero diventati i nostri posterheroes, disegnando degli eco-poster con slogan sull’aria pulita.

 

1.workshop-3.giorno-cheARIArespiro-scuola-Rodari - 8

E’ così che i bambini hanno iniziato ad inventare e disegnare, producendo 6 bellissimi eco-posters. L’idea che gli eco-poster sarebbero stati diffusi nel quartiere li ha fatti sentire carichi di responsabilità e orgogliosi di quello che stavano facendo.

 

This slideshow requires JavaScript.

“Non laciate l’auto dove vogliamo gioccare!”, “Buttiamo le chiavi dell’auto”, “Se a scuola voglio andare la bici è meglio usare”, “Salviamo la città caminando”, “Non ci piace l’aria sporca”, “In bus tanti bambini! Una città più pulita!”

 

This slideshow requires JavaScript.

Grazie ai bambini, alle maestre e alle tirocinanti che hanno partecipato al nostro primo workshop! E’ stato molto divertente!

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s